Accesso ai servizi

COME FARE PER

Testamento Biologico - "Disposizioni Anticipate di Trattamento" (DAT)

Descrizione:
In attuazione della legge 22 dicembre 2017, n. 219: “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”, il Comune di Piedicavallo ha attivato il registro per le “Disposizioni Anticipate di Trattamento” (DAT), comunemente definite "testamento biologico" o “biotestamento”.


Come Fare:
Che cosa sono le DAT?
Sono delle disposizioni/indicazioni che la persona, detta “DISPONENTE”, in previsione della eventuale futura incapacità di autodeterminarsi, può esprimere in merito alla accettazione o rifiuto di determinati:
• Accertamenti diagnostici
• Scelte terapeutiche (in generale)
• Singoli trattamenti sanitari (in particolare)

Come esprimere le DAT?
• Atto pubblico notarile
• Scrittura privata autenticata dal notaio
• Scrittura privata semplice consegnata personalmente, in busta chiusa, all’ufficio dello Stato civile del Comune di residenza del disponente.


Chi può farlo in questo Comune?
Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, residente nel Comune di Piedicavallo.

Il Comune può fornire indicazioni?
No, il Comune non può fornire indicazioni sulle disposizioni che devono essere contenute nelle dichiarazioni (DAT) e non assume in alcun caso la funzione di fiduciario, in quanto detto trattamento di dati sensibili non può essere eseguito da questa amministrazione.

Occorre una preventiva consultazione con un medico?
Sì. La legge stabilisce che la persona acquisisca preventivamente adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte.

Cos’è il Registro istituito presso il Comune?
E’ il registro contenente la registrazione cronologica delle dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà resa dal dichiarante. Il registro non è pubblico. Possono prendere visione delle informazioni ivi contenute il dichiarante, e solo se espressamente indicati nella dichiarazione sostitutiva di atto notorio consegnata al Comune, il medico di famiglia e i sanitari che avranno in cura il dichiarante, il fiduciario e il supplente del fiduciario, se nominati, il notaio che ha redatto l'atto, gli eredi del dichiarante, se espressamente individuati.

Chi è il fiduciario?
Il disponente può indicare una persona di fiducia, denominata “FIDUCIARIO”, maggiorenne e capace di intendere e volere, che lo rappresenta in modo conforme alla volontà espresse nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie nel momento in cui il disponente non fosse più capace di confermare le proprie intenzioni consapevolmente.

L’accettazione della nomina da parte del fiduciario avviene attraverso la sottoscrizione delle DAT o con atto successivo allegato alle DAT.

La nomina del fiduciario non è obbligatoria, ma è consigliata, infatti è la persona che farà le veci del disponente e lo rappresenterà nei rapporti con il medico e con le strutture sanitarie.

Eventualmente può essere nominato anche un “fiduciario supplente”, che assume il ruolo di garante della fedele esecuzione della volontà del dichiarante, qualora il fiduciario si trovi nell’impossibilità di assolvere alle sue funzioni.

Il disponente può revocare o modificare il fiduciario?
Sì, lo può fare. In qualsiasi momento, senza obbligo di motivazione nelle stesse forme in cui lo ha nominato.

Dove posso depositare le DAT?
Il servizio viene svolto presso l’Ufficio di stato civile del Comune, in via IV Novembre 2.

Come consegnare una DAT?
Tranne nel caso in cui venga redatta dal notaio, il disponente deve consegnare personalmente all’ufficio dello stato civile del Comune le disposizioni anticipate di trattamento – DAT.

Presentarsi presso gli uffici comunali, portando con sé il proprio documento di identità in originale e il codice fiscale.

Le DAT vanno redatte in triplice copia, anche utilizzando un proprio modello personalizzato e devono essere debitamente compilate e sottoscritte con firma autografa sia dal disponente, sia dal fiduciario scelto liberamente dal disponente.

Una copia delle DAT, insieme alle fotocopie dei documenti di identità e del codice fiscale, sia del disponente che del fiduciario, viene consegnata in busta chiusa all'ufficio di Stato Civile. 

L'incaricato al ritiro non è a conoscenza delle dichiarazioni e dei documenti inseriti nella busta e non è responsabile del suo contenuto;

Il disponente dovrà aver cura di trattenere per sé una copia delle DAT e di consegnare l'altra copia al fiduciario nominato.

Il disponente compilerà davanti all'impiegato comunale la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, su modulistica già predisposta dal Comune, indicando eventualmente le persone che potranno estrarre informazioni sui dati contenuti nel Registro.

La busta chiusa contenente le DAT viene numerata e sigillata; il numero viene annotato nel Registro dei Testamenti Biologici - DAT istituito presso il Comune di Piedicavallo; il numero viene inoltre riportato sulla dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà sottoscritta.

Al disponente viene rilasciata una fotocopia della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà presentato, unitamente alla ricevuta di presentazione, con il numero di Registro assegnato.

La busta contenente le DAT e la dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio, opportunamente spillata, vengono ritirate per essere conservate negli uffici del Comune di Piedicavallo.

Solo il disponente, in qualsiasi momento, potrà revocare il deposito delle proprie DAT. Potrà inoltre richiederne la sostituzione, ad esempio per indicare un nuovo fiduciario, in questo caso dovrà ripetere tutti i passi soprariportati, al pari di un nuovo testamento biologico. Solo il disponente o il suo fiduciario possono richiedere la riconsegna di quanto depositato.


Documenti da presentare
• Atto/scrittura contenente le DAT, da presentare in busta chiusa.
• documento d’identità in corso di validità e di una fotocopia dello stesso;
• tessera sanitaria in corso di validità e di una fotocopia dello stessa.

Quanto costa?
Il servizio è totalmente gratuito.


Altre indicazioni utili sulle DAT

• Le DAT sono registrate e conservate dall’ufficio dello Stato civile del Comune di residenza.

• Le DAT possono essere modificate o revocate dal disponente in qualsiasi momento.
• Nel caso non sia possibile rendere una dichiarazione scritta, le DAT possono essere rese mediante videoregistrazione o altri dispositivi che consentano alla persona di comunicare. Anche in questo caso dovrà essere consegnata una busta contenete il supporto utilizzato per la memorizzazione.

• L’interessato potrà esprimere le DAT nel modo che ritiene più opportuno, chiedendo consulenza al proprio medico di fiducia.

• Se le DAT non contengono l’indicazione del fiduciario, o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o divenuto incapace, mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente. In caso di necessità il giudice tutelare provvede alla nomina di un Amministratore di sostegno.





Dove Rivolgersi:
Ufficio Segreteria (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi Locali:
Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del 26/11/2018
www.comune.piedicavallo.bi.it/Home/Regolamenti-on-line/Regolamenti-Dettagli?ID=27320-3 />


- Maggiori informazioni sul sito del Ministero della Salute