Accesso ai servizi

La Mitria (m 2040)

LA MITRIA

Bella torre isolata di ottimo granito, presenta delle arrampicate su roccia compatta con difficoltà classiche in ambiente alpino, le vie descritte sono state richiodate con fix inox dalle guide alpine di TIKE SAAB grazie al contributo messo a disposizione da BIRRA MENABREA, il sito è adatto a corsi di alpinismo.

La torre si raggiunge partendo dal paese di Piedicavallo seguendo il sentiero E60 per il Rifugio Rivetti, giunti all’Alpe Anval superiore seguire un sentiero con bolli rossi che attraversa a destra passando sopra l’ex rifugio Olimpia, continuare superando i ruderi dell’alpe la Bianca e per prati e pietraie giungere alla base della parete sud est. Ore 1.30.

I nomi delle vie sono indicati con cartellini messi a partenza delle stesse.

VIA NORMALE
NOTE TECNICHE
La via normale sale la cresta nord eparte dal colletto a destra della cima. Lunghezza 30 mt. E’ utilizzata soprattutto per la discesa.
DIFFICOLTA’: 2°, un passo di 3°
EQUIPAGGIAMENTO: normale dotazione alpinistica, corda da 60 mt. 9 mm. Usata doppia sufficiente.

VIA STAICH
Questa bella via è stata aperta nel 1950 da Nito Staici e Gigi Fregoni, in fase di richiodatura è stato aggiunto un tiro alla partenza e modificato il tiro del diedro oramai interamente soffocato dall’erba e quindi sostituito con una difficile variante in placca.

NOTE TECNICHE
La partenza è sul lato sinistro del canale che porta al colletto della normale, Lunghezza 90 mt.
DIFFICOLTA’: TD L1: 15 mt. 4°, L2: 20 mt. 5°, L3: 20 mt. 5°+,
L4: 20 mt. 6°

DISCESA: Consigliata la discesa in doppia sulla via, corda da 60 metri 9 mm usata doppia ideale.
EQUIPAGGIAMENTO: normale dotazione alpinistica, corda da 60 mt. 9 mm. Usata doppia sufficiente

VIA MOMO POFI
Roccia ottima e difficoltà omogenee ne fanno una delle vie più divertenti delle alpi Biellesi.

NOTE TECNICHE
· parte in fessura sul lato destro dell’ avancorpo roccioso che scende più in basso dalla parete. Lunghezza 150 mt..

· DIFFICOLTA’: AD+, L1: fessura 3°,+ poi crestina rbosa 1°, L2: diedro aperto 4°+ e uscita in diagonale a sinistra 4°, L3: traversata a destra 5° poi placca 3°, L4: placca e uscita in traverso a sinistra 4°-, L5: placca 4°, L6: placca 3°, L7: erba e boccette 1°

· DISCESA: possibile la discesa in doppia sulla via, ma è meglio calarsi con una doppia da 30 mt. sulla “via normale”.

EQUIPAGGIAMENTO: normale dotazione alpinistica, corda da 60 mt. 9 mm. Usata doppia sufficiente

VIA GIOVANI QUASI ALPINISTI
NOTE TECNICHE

Questa via sale lo sperone a sinistra della Mitria. Lunghezza circa 150mt..
DIFFICOLTA’: difficolta’ massima 5°, attrzzata a fix.
DISCESA: consigliata la discesa in doppia per la “via normale”.
EQUIPAGGIAMENTO: normale dotazione alpinistica.


INFORMAZIONI REPERITE SUL TESTO: ALPI BIELLESI “le più…meglio” di GIANNI LANZA
Edizioni GARIAZZO